Ti trovi in:

Home » Amministrazione Trasparente » Pagamenti dell'amministrazione » IBAN e pagamenti informatici

Menu di navigazione

Amministrazione Trasparente

IBAN e pagamenti informatici

di Mercoledì, 25 Ottobre 2017
Contenuto dell'obbligo

Nelle richieste di pagamento: i codici IBAN identificativi del conto di pagamento, ovvero di imputazione del versamento in Tesoreria, tramite i quali i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bonifico bancario o postale, ovvero gli identificativi del conto corrente postale sul quale i soggetti versanti possono effettuare i pagamenti mediante bollettino postale, nonché i codici identificativi del pagamento da indicare obbligatoriamente per il versamento

Riferimenti normativi
Art. 36, d.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.
Art. 5, co.1, d.lgs. n. 82/2005
Applicabilità

Ai sensi dell' art. 1, co.1, della l.r. n. 10/2014 e ss.mm., non trova applicazione l’obbligo di pubblicazione "IBAN e pagamenti informatici" di cui alla presente sezione

CONTO CORRENTE BANCARIO INTESTATO AL COMUNE DI MEZZOLOMBARDO SERVIZIO DI TESORERIA
___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___ ___

IBAN: coordinate bancarie nazionali
ISTITUTO: UNICREDIT S.p.A.
PAESE CIN CIN ABI CAB N° CONTO
IT 03 Q 02008 35040 000040773487


SWIFT/BIC: coordinate bancarie internazionali
ISTITUTO: UNICREDIT S.p.A.
PAESE CIN ABI CAB N° CONTO SWIFT/BIC
IT03 Q 02008 35040 000040773487 UNCRITM10EP

_____________________________________________________________________________

All’atto del versamento deve essere indicata in modo preciso la causale richiesta dal Servizio competente.

Per i pagamenti che devono essere eseguiti mediante specifici strumenti (bollettini di conto corrente postale, bollettini M.A.V, ecc.), le modalità di pagamento e tutti necessari riferimenti sono indicati nella lettera di richiesta di pagamento.

Nota per pagamenti in favore del Comune da parte di altri enti ed organismi pubblici:
Si precisa che il Comune di Mezzolombardo non è titolare di conti correnti di contabilità speciale in quanto le disposizioni di cui all’art. 35 del D.L. 24 gennaio 2012 n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, relativamente alla gestione della liquidità degli enti locali, non si applicano ai Comuni della Provincia Autonoma di Trento, come si evince dalla nota informativa della P.A.T. – Servizio Autonomie Locali di data 13 febbraio.
Pertanto, il numero di conto di Tesoreria da utilizzare è quello indicato.