Ti trovi in:

Home » Territorio » Calendario degli eventi » Serata dedicata ai neolaureati in materie storiche | Gli incontri del giovedì

Serata dedicata ai neolaureati in materie storiche | Gli incontri del giovedì

di Martedì, 04 Settembre 2018
Immagine decorativa

Quando Giovedì 20 settembre 2018 | ore 20.30

Dove Sala Spaur

Giovedì 20 settembre 2018 | ore 20.30 

Sala Spaur

Immagine decorativa

Dario De Cristofaro -Borsista presso la Fondazione Roberto Longhi di Firenze

Alcuni casi di pittura profana nei castelli del basso Trentino: XIV secolo

Prima delle due serate dedicate ai neolaureati.

Dario de Cristofaro si è laureato in storia dell’arte all’Università di Trento con una tesi sul famoso ciclo pittorico della cosiddetta “Camera d’Amore” del Castello di Avio, nella quale ha portato nuove osservazioni relative all’iconografia, alla tipologia degli abiti indossati dai personaggi presenti nelle pitture, alla datazione e all’attribuzione dei dipinti ed alla provenienza culturale del suo autore. Come noto il castello della bassa Vallalagarina, donato al FAI da Emanuela di Castelbarco Pindemonte Rezzonico, nel 1977 ed ora di proprietà del Fondo Ambiente Italiano è un maestoso circuito di torri e mura merlate in un complesso fortilizio concepito per il controllo strategico della valle dell’Adige, ma anche scrigno di un rigoglioso giardino e di preziosi e vivaci cicli pittorici “giotteschi” dedicati all’amore e alla guerra. Partendo da questa problematica ha via via approfondito cicli pittorici più o meno coevi e presenti in altri castelli, come quello di Arco nonché in altri edifici profani nel nord-est della nostra penisola. Già numerose le sue presentazioni del tema in seminari e conferenze in Regione.

Matteo Cova - Ph. D. in Culture d’Europa, assegnista di Ricerca Università Ca’ Foscari di Venezia

Disiecta membra. Il censimento dei frammenti di manoscritti medievali a Trento e il fenomeno del loro riutilizzo

Secondo intervento della serata del quasi concittadino Matteo Cova, laurea magistrale a Trento in Gestione e Conservazione dei Beni Culturali, percorso codicologico – paleografico; dottorato di Ricerca in "Culture d'Europa” sempre nella stessa Università ed attualmente assegnista di Ricerca presso l’Università Ca’ Foscari Venezia. I suoi interessi di ricerca si rivolgono principalmente agli ambiti della codicologia, archeologia del manoscritto, paleografia latina, paleografia musicale, etnomusicologia, archivistica, catalogazione di manoscritti e frammenti medievali, liturgia e canto gregoriano; è collaboratore attivo di Medioevo Latino (MEL) - Bollettino Bibliografico della cultura europea da Boezio ad Erasmo (secoli VI-XV), Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino (S.I.S.M.E.L). La sua tesi è costituita dallo studio e un catalogo di 203 frammenti di manoscritti medievali a carattere liturgico-musicale, conservati nelle biblioteche e negli archivi di Trento e le schede descrivono tutti i frammenti liturgici rinvenuti all'interno del più ampio progetto di censimento di tutti i frammenti di medievali trentini, che in nove anni di lavoro ha portato alla luce più di duemila reperti manoscritti inediti. La tesi analizza inoltre il contenuto dei frammenti dal punto di vista codicologico, paleografico-musicale e liturgico, contestualizzando tali testimonianze nell'ambito della circolazione manoscritta in ambito trentino-tirolese e mostrando l'evoluzione della cultura grafica e soprattutto della scrittura musicale nella diocesi di Trento durante il medioevo.

‹‹ Settembre 2018 ››
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30